Crea sito

Come da accordi precedenti, abbiamo avvisato il proprietario che ci trovavamo in prossimità di Salerno, in modo da essere accolti al nostro arrivo.

Siamo arrivati all’indirizzo indicato sul sito della struttura senza alcun problema seguendo le istruzioni del TomTom.
Il B&B Il Fauno si trova a Scafati, che mi pare di aver capito sia un Comune autonomo rispetto a Pompei, anche se attaccato allo stesso: semplicemente una casa è a Scafati, quella successiva appartiene a Pompei!

Come da fotografia sul sito la struttura è una casetta gialla, sormontata da bandiere di ogni tipo.
Suoniamo al videocitofono e ci viene aperto il piccolo cancelletto di ingresso (oh, vabbe’, il mio fidanzato è alto quasi a due metri… noi vediamo tutto piccolo!!!).

Davanti a noi uno spettacolo delizioso: un giardinetto piccolo, ma letteralmente ricoperto di piante di ogni genere e tipo, evidentemente curate con grande amore e dedizione, al centro del quale una gazebo per la zona relax: poltroncine, tavolini, arredi da giardino carinissimi per il ristoro all’aperto degli ospiti.
Pareva troppo bello per essere vero: ci aspettavamo la fregatura di lì a breve.

Nella piccolissima reception ricavata dal sottoscala del pian terreno che conduce al piano superiore (penso che non sia dedicato agli ospiti) e a quello inferiore (dedicato alla sala colazione) troviamo la mamma del proprietario, una signora dalla classica aria “da mamma napoletana”: dolcissima, accogliente e davvero molto gentile.
Ci mostra dove parcheggiare l’auto, il che mi libera dall’angoscia del parcheggio auto (non mia!) per strada in zona-Napoli (vabbe’, sarà pure un preconcetto… ma proprio sicura-sicura non mi sarei sentita!): garage coperto, con cancello automatico, azionabile mediante una chiave lasciata in nostro possesso per tutta la permanenza, ricavato in una zona separata del giardino che circonda la struttura del B&B nella parte in cui credo che vivano i proprietari (una sorta di dependance accanto alla struttura principale).

Torniamo alla struttura principale per accedere alla nostra stanza: tre-quattro scalette di ferro nel giardino che portano al pianerottolo rialzato su cui affacciano le tre camere della struttura.
Cancelletto in ferro battuto come porta-balcone di ognuna delle tre stanze, tutte con ingresso indipendente (le chiavi della camera vengono lasciate, insieme a quelle del cancelletto di ingresso e del garage, agli ospiti per tutto il tempo della loro permanenza): molto sfizioso dal punto di vista decorativo, molto convincente dal punto di vista della sicurezza!

fine della seconda puntata: questo post è troppo lungo, lo continuo appena posso!

PER FOTO cliccare qui (apre il sito www.trivago.it)

Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS

Comments are closed.