Crea sito

IL NOSTRO ARRIVO

Dopo la nostra prima (ed unica fino ad allora) esperienza con un bed & breakfast che, alla “modica” cifra di 90 euro a notte, forniva una camera senza televisore, senza aria condizionata, anzi, peggio, con riscaldamento che non era possibile spegnere in quanto mal funzionante, con finestre che non si potevano aprire perché da fuori entravano elicotteri Apache travestiti da zanzare, essendo il posto in una sperdutissima zona della sperdutissima campagna, con quintalate di polvere che avrebbero fatto soffrire di allergia pure un archeologo o un minatore, con lenzuola che facevano a pugni con il concetto di “pulito” e con ragnatele al muro… il fatto di aver vinto, tramite un concorso su Trivago, un soggiorno presso un bed & breakfast a Pompei ci preoccupava alquanto.

Il fatto, poi, che in fase di accordi con il proprietario della struttura c’erano stati problemi di tipo organizzativo (mi veniva chiesto, a gennaio, di usufruire del soggiorno entro fine febbraio, sebbene lo stesso fosse stato messo in palio per tutto l’anno 2010, previa disponibilità… e la disponibilità mi pareva veramente risicata a quelle condizioni!!! Dopo vari scambi di email, ottenni la “concessione” di poter andarci da ottobre in poi, in quanto, mi fu detto, prima di tale data “era tutto già prenotato”… anche questo mi era parso davvero poco credibile, a gennaio… Quindi, insistendo e invocando un “intervento dall’alto”, sono riuscita ad ottenere un periodo che non fosse, più che in bassa stagione, in stagione morta!) mi faceva temere il peggio, ossia che, presentandoci lì, nessuno ci avrebbe dato alloggio o, peggio, una catapecchia crollante sarebbe stata la nostra dimora per due notti (vabbe’, sono catastrofista, lo ammetto!!!).
Invece……

fine della prima puntata: questo post è troppo lungo, lo continuo appena posso!

PER FOTO cliccare qui (apre il sito www.trivago.it)

Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS

Comments are closed.